sabato , 24 Settembre 2022

Google punta sulla salute: lenti a contatto smart insieme a Novartis

Sarà la multinazionale farmaceutica Novartis a commercializzare le lenti a contatto smart studiate da Google, che potrebbero avere diverse funzioni tra cui la misura dei livelli di insulina nei pazienti diabetici. Lo afferma la stessa azienda in un comunicato in cui annuncia l’accordo con Big G.

Nel dettaglio Google X, il laboratorio di ricerca dell’azienda californiana, e Alcon, la divisione occhi di Novartis, collaboreranno per sviluppare le lenti intelligenti con il potenziale di curare e monitorare patologie attraverso gli occhi grazie a una serie di sensori, microchip e altri dispositivi elettronici miniaturizzati. Le aree principali di interesse all’inizio saranno appunto il monitoraggio dell’insulina e la possibilità di correggere la presbiopia “in tempo reale”. Secondo l’ad di Novartis Joe Jimenez le nuove lenti potrebbero arrivare sul mercato in cinque anni.

L’obiettivo dell’accordo Google-Novartis è quindi sviluppare una lente a contatto «intelligente» in grado di aiutare i diabetici a monitorare i livelli di zucchero nel sangue. «Siamo lieti di lavorare con Google e cercare di abbinare la loro tecnologia avanzata e la nostra vasta conoscenza della biologia, in modo tale da soddisfare le esigenze mediche», ha detto Joe Jimenez, amministratore delegato di Novartis, come riporta il Financial Time.

La lente analizzerà costantemente il livello di glucosio nel fluido lacrimale e così rileverà le informazioni trasferendole ad un dispositivo mobile. Inoltre, la lente incorpora tra i due strati di materiale morbido un piccolo chip wireless e un sensore di glucosio. Oltre a monitorare la glicemia, la lente intelligente aiutarà le persone che hanno bisogno di occhiali per la lettura, ripristinando l’autofocus dell’occhio. «Il nostro sogno é quello di usare l’ultima tecnologia nella miniaturizzazione dell’elettronica per contribuire a migliorare la qualità della vita di milioni di persone», ha detto il co-fondatore di Google, Sergey Brin. «Siamo molto entusiasti di collaborare con Novartis e con questo accordo speriamo di riuscire a farlo», ha aggiunto.

La salute sta diventando un settore sempre più importante per Google. Il mese scorso, ha firmato un accordo negli Stati Uniti sull’autismo, mentre i Google Glass sono allo studio in una serie di settori, tra cui il morbo di Parkinson. Anche se l’attenzione iniziale è sulle applicazioni in oculistica, le società confidano nel fatto che l’intesa, i cui dettagli finanziari non sono stati resi noti, possa andare molto oltre.

Fonte: http://www.ilsole24ore.com